Tesi

Meccanismi di azione dell’agopuntura e cenni sull’efficacia

agopuntura tesi approf 296x200

Tesi del corso di Agopuntura
Candidata: dr.ssa Irene M.C. Pulvirenti
Relatrice: dr.ssa Maria Bernadette Ligabue

Approfondire sull’efficacia dell’Agopuntura e sui meccanismi d’azione che ne sono alla base.

Per comprovare attraverso il mezzo dell’Evidence Based Medicine l’efficacia dell’Agopuntura, l’autrice si è avvalsa dei dati ricavati dall‘importante studio condotto dall’OMS nel 2003 “Acupuncture: Review and Analysis of Controlled Clinical Trials”, per il quale l’Agopuntura è risultata efficace, con diversi livelli di prove di efficacia, per più di 100 patologie. Per quanto riguarda i meccanismi d’azione, in particolare, è stata presa in considerazione la disamina operata da un autore cinese Shyang Chang, nel suo “The Meridian System and Mechanism of Acupuncture: A Comparative Review”. In tale pubblicazione articolata in tre parti, l’autore fa una disamina delle principali correnti scientifiche presenti in letteratura, proponendo quindi la sua stessa ipotesi, basata sulla Teoria dell’Onda Caotica e del Continuum Frattale. Alle prese con teorie che si basavano sulla Fisica moderna, l’autrice ne ha ripreso alcuni concetti, quali la teoria dei sistemi complessi, il caos e i frattali, l’impedenza elettromagnetica, cenni di Biorisonanza.
(Si veda anche Esordio dell’Agopuntura Cinese in Italia di Adolfo Tamburello)

Ampio spazio si è dato ai meccanismi alla base dell’azione antalgica dell’agopuntura, attingendo in particolare e non solo, allo studio del Prof. Giuseppe Serafini (Cattedra di Anestesia, Rianimazione e Terapia del dolore presso l’Università Tor Vergata di Roma); alla condivisione di protocolli di comprovata efficacia, utilizzati dal gruppo della dott.ssa P. Betti (che è stata responsabile del Servizio di Agopuntura ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano) in ambito anestesiologico, sulla sedazione nelle procedure endoscopiche, prevenzione e trattamento delle complicanze peri e post-operatorie. Infine la tesi si conclude con qualche breve cenno sui meccanismi d’azione e sull’efficacia del microsistema dell’Auricoloterapia.