La cura con le erbe per affrontare d’estate le malattie

cura con le erbe Scuolatao

La cura con le erbe per affrontare d’estate le malattie dell’inverno

La cura con le erbe è uno dei trattamenti più conosciuti della medicina cinese, insieme all’agopuntura. La Medicina Cinese è nata dall’osservazione dei ritmi della natura. Ha basato i suoi precetti sullo studio di come l’Uomo e il Cosmo possono vivere in armonia.

Nello scorrere delle stagioni, attraversiamo modificazioni dei fattori ambientali. In particolare, passiamo dal secco all’umido, dal caldo al freddo. Sia pure fortemente aiutato dalla tecnologia delle abitazioni e dell’abbigliamento, il nostro organismo si deve continuamente adattare. La difficoltà di adattamento può essere anche causa di malattia. Questo ci conferma che l’organismo risente delle energie cosmiche in continuo mutamento e che il nostro corpo risponde con modificazioni consensuali a queste variazioni per mantenere un equilibrio.

Lo studio dei cambiamenti del Cosmo aveva portato in antichità i cinesi a sviluppare una scienza basata su calcoli astronomici precisi che tuttora ci permette di prevedere i flussi delle energie cosmiche. La summa di questa scienza si ritiene sia l’antichissimo e ampiamente studiato testo dell’YiJing (o I Ching nella traslitterazione più vecchia), usato dagli imperatori del passato per le divinazioni di corte.

Anche gli umili e pratici almanacchi agricoli, che venivano utilizzati ampiamente dalla popolazione, riportano metodi più semplificati per il calcolo dei momenti propizi per le operazioni della campagna e della casa.

Proprio da questo almanacco agricolo sappiamo che durante l’estate c’è un momento in cui il calore cosmico inizia a nascondersi nella profondità della terra, momento ideale per l’ultima e ottimale maturazione delle messi. In questi stessi giorni, anche nel nostro corpo si verificano le condizioni ideali per fare scorta al nostro interno delle energie vitali che ci potranno aiutare durante il periodo invernale. È quindi il momento adatto quindi per sottoporci a trattamenti per prevenire le malattie della stagione fredda, come la cura con le erbe.

La medicina preventiva dell’antica Cina

La cura con le erbe sopravvive anche nella Cina moderna ed è chiamata San Fu Tian Jiu, letteralmente “La moxibustione dei tre giorni in cui si sta rintanati”. Di cosa si tratta?

È una pratica diffusasi durante la dinastia Qing (XVII-XX Secolo) che consiste nell’applicare sui punti di agopuntura del dorso ed eventualmente anche su altri punti del corpo compresse di erbe medicinali, selezionate per regolare e migliorare le difese corporee nei confronti principalmente delle malattie respiratorie invernali, ma non solo.

Il trattamento di moxa cinese va effettuato in tre giorni specifici dell’estate, detti appunto三伏天san fu tianindividuati secondo il calendario lunare:

  • 初伏天Chu Fu– periodo iniziale (il terzo giorno sotto l’influenza dello stelo celeste di Metallo yang dopo il solstizio d’estate, all’incirca a fine luglio)
  • 中伏天Zhong Fu– periodo centrale (il quarto giorno di Metallo yang, dopo il solstizio d’estate)
  • 末伏天Mo Fu– periodo finale, (il primo giorno di Metallo yang dopo il giorno di inizio dell’autunno, a metà tra il solstizio d’estate e l’equinozio d’autunno)

Quest’anno, alla nostra longitudine, i san fu tiansaranno:

  • Chu Fu Tian: 12 Luglio
  • Zhong Fu Tian: 22 Luglio
  • Mo Fu Tian: 11 Agosto

In ognuno di questi giorni o nella settimana successiva a ognuno di essi va eseguito il trattamento, per un totale di tre sessioni.

Il procedimento della cura con le erbe preventiva alle malattie invernali

Il trattamento di base utilizza l’applicazione sul punto GV14 e sui punti shudel dorso dei cinque organi zangdi compresse medicate. Queste sono costituite da semi di senape bianca (bai jie zi) triturati e impastati con succo di zenzero fresco (sheng jiang) e acqua. Le compresse vanno fissate con dei cerotti e lasciate per alcune ore.

L’applicazione delle erbe sulla superficie cutanea sfrutta la situazione unica delle energie cosmiche in questi periodi, per far penetrare e raccogliere in profondità le qualità dei rimedi tradizionali. Questi sono scelti appositamente per rinforzare il fuoco vitale e l’energia difensiva, disperdere gli accumuli di torbidità, armonizzare la circolazione di energia e sangue.

Le persone che più possono giovare di questo trattamento sono quelle che soffrono in inverno di malattie respiratorie (bronchiti, raffreddori, asma). Anche chi soffre di bronchite cronica o è affetto da problemi coronarici, o semplicemente chi in inverno soffre particolarmente il freddo o si indebolisce facilmente può trarne beneficio.

L’applicazione topica delle erbe fa sì che non ci siano rischi di interazioni indesiderate con farmaci occidentali eventualmente assunti. Il trattamento è adatto anche ai bambini e alle persone anziane.

Questa variante testimonia ancora una volta la complementarità tra medicina occidentale e tradizionale. L’applicazione delle erbe non va infatti a interferire in alcun modo con i classici trattamenti delle malattie invernali, ed è quindi di sicuro giovamento.

Imparare a eseguire la cura con le erbe

La cura con le erbe applicate sulla cute è una pratica della medicina tradizionale cinese, affine alla più nota moxibustione. Questo è un trattamento che si basa sull’impiego di alcune erbe come l’artemisia bruciate e applicate in modo diretto o indiretto sulla pelle. Questo trattamento può inoltre avvalersi di altri strumenti accessori come scaldatori e scatola della moxa.

Le terapie con le erbe apportano notevoli benefici non solo per le classiche malattie invernali, ma anche per altri disturbi come contratture muscolari, disturbi della digestione e fenomeni infiammatori.

Per praticare le cure con le erbe è necessario aver frequentato un corso. Quello offerto da ScuolaTao è inquadrato all’interno del programma di farmacologia.

Dr Attilio Bernini
Medico Esperto in Medicina Tradizionale Cinese