Farmacologia cinese: GUI ZHI “il Versatile”

Gui Zhi è il ramoscello della cannella, pianta molto preziosa, conosciuta ed utilizzata fin dai tempi degli antichi egizi.

Articolo di Massimo Muccioli e Giovanni Giambalvo Dal Ben

Gui Zhi è il ramoscello della cannella, pianta che per lungo tempo è stata più preziosa dell’oro, conosciuta ed utilizzata fin dai tempi degli antichi egizi anche per i riti di imbalsamazione.
Già dal titolo si evince l’essenza della personalità di questo rimedio, ovvero la sua estrema versatilità.
In virtù della sua specifica dinamica sul Qi e sullo Xue, nonchè della sua capacità di supportare “generosamente” l’azione terapeutica di molti altri rimedi, purchè abbinati con sapienza, trova largo impiego in numerose condizioni cliniche tra loro anche molte diverse.
Le sue molteplici azioni se da un lato rendono difficile incasellarlo rigidamente in una categoria nosologica piuttosto che in un’altra, dall’altro lo rendono uno dei rimedi più utilizzati (compare in ben 44 delle 113 formule descritte nello Shang Han Lun) e affascinanti dell’intera Farmacopea Cinese.