Il Qigong in medicina cinese

Il Qigong in medicina cinese. Pratica evolutiva e complemento terapeutico

Il Qigong è un’ottima pratica di evoluzione personale e di nutrimento per il corpo e per lo spirito, in connessione con i principi della natura. Da secoli usato in Cina a scopo preventivo, è oggi alla ribalta in ambiente medico per il suo potere benefico su certe patologie.

Le varie tecniche di Qigong integrano movimento, respirazione, sensazione e immaginazione allo scopo di promuovere la circolazione dell’energia interna. Si migliora così la percezione, la qualità, la quantità e le possibili utilizzazioni dell’energia stessa, definita qi, tra le quali rafforzare lo stato di salute e raggiungere una maggiore quiete mentale ed emozionale.

La nascita del Qigong

Come spesso accade, non esistono delle date certe che attestino la nascita della disciplina del Qigong. Alcune fonti fanno infatti risalire le origini della pratica agli albori della civiltà cinese.

Dai fermenti e dai rituali di natura sciamanico animista, in cui il contatto con le forze naturali e “soprannaturali” era preminente, si strutturarono delle pratiche che confluirono nel mondo delle dottrine taoiste, buddiste e confuciane.

Una miriade di pratiche che venivano utilizzate per vari scopi e che si declinarono in ambito monastico con un valore più spirituale, negli ambienti marziali nei quali la preparazione fisica era preminente, ed in ambito medico salutista con aspetti di prevenzione cura.

Il Qigong oggi

La globalizzazione e i ritmi di vita sempre più frenetici avrebbero potuto frenare la crescita di questa disciplina, ma non è stato così, anzi. In Cina, il governo continua a incoraggiare la pratica, anche utilizzando mass media come la televisione.

La pratica del qigong è arrivata praticamente in tutto  il mondo, compresa l’Italia, dove sempre più persone la apprendono e la insegnano in scuole e centri specializzati.

Su cosa si basa la disciplina?

Quello che il Qigong e anche tutta la medicina cinese in generale sostiene è che il corpo umano sia un sistema complesso. Le manifestazioni fisiche sono la conseguenza di un equilibrio interiore.

In sostanza, se le varie forze da cui siamo composti (come yin e yang) sono in equilibrio, il nostro corpo sarà in salute. Se, al contrario, una delle forze prevale, si possono manifestare dei disturbi, che vanno dal semplice mal di testa a patologie più gravi.

La medicina tradizionale cinese quindi non interviene sui sintomi, che sono semplici manifestazioni, ma sulla nostra interiorità, dove risiede la vera problematica. Il Qigong, insieme ad altre pratiche come l’agopuntura, il massaggio tuina, la riflessologia On Zon Su e la stessa alimentazione, intervengono dall’interno per ripristinare l’equilibrio.

Come si svolgono gli esercizi

Esistono esercizi di qigong dinamico, ove prevale il movimento fluido, che sono maggiormente indicati per sciogliere muscoli e articolazioni e far circolare qi e sangue. Altre tecniche di qigong statico, basate su posture, sono invece più indicate per accumulare il qi.

Ogni esercizio include l’aspetto respiratorio e un’attenzione particolare alle percezioni sensoriali.

meditazione qigong

A cosa servono gli esercizi di qigong?

I benefici riconosciuti della pratica costante del Qigong si evidenziano a vari livelli:

  • Effetti sui principali gruppi articolari: uno degli obiettivi della pratica a questo livello, è quello di “indurire le ossa e sciogliere le articolazioni” … e non viceversa come spesso accade con l’età.
  • Tonificare ed elasticizzare senza affaticare i principali gruppi muscolari, “rafforzare i muscoli senza indurirli e ammorbidire i tendini senza rammollirli”.
  • Effetti sull’apparato circolatorio: nella maggior parte delle tecniche si cerca di facilitare la circolazione sanguigna, di regolarizzarla, piuttosto che di accelerarla.
  • Diminuzione della frequenza con aumento della durata e della profondità di ciascun atto respiratorio. Conseguente aumento del volume di aria coinvolto, che si riflette in una maggior mobilità del diaframma ed in una miglior ossigenazione dell’organismo.
  • Effetti su organi e visceri: oltre a cuore e polmoni anche le funzioni digestive ed il sistema endocrino ne sono avvantaggiati.
  • Effetti psichici e generali: aumenta il potenziale di autoregolazione e di adattamento all’ambiente (con più resistenza fisica alle malattie). Si ha una maggior consapevolezza di poter influire direttamente sul proprio stato di salute.

Il corso di Qigong di ScuolaTao

Il corso di Qigong in medicina cinese di ScuolaTao integra la teoria sui fondamenti della medicina cinese alla pratica del Qigong, attraverso le principali metodiche classiche e tuttora in auge in Cina e nel mondo.

È consigliato a tutti coloro che hanno a che fare con la cura ed il benessere della persona, dai praticanti di discipline olistiche orientali edoccidentali agli operatori sanitari, dagli esperti di fitness a psicologi e counselor.

Il percorso aiuta lo studente-praticante a essere sempre maggiormente cosciente del proprio potenziale, rispetto alla capacità di poter influire sul proprio stato di salute e di evoluzione personale. Questo percorso costante e progressivo, faciliterà il futuro operatore aumentando la fiducia nelle capacità di poter trasmettere con efficacia le tecniche a supporto del benessere altrui.

L’obiettivo è pertanto di formare operatori qualificati in grado di poter consigliare esercizi utili ai propri clienti nell’ambito del proprio campo d’intervento, al fine di potenziarne i risultati.

Sappiamo per esperienza che attraverso questo nuovo approccio, gli operatori, oltre ad aver migliorato il proprio stato di salute e di coscienza, hanno dato una svolta alla propria pratica quotidiana, integrando al meglio questo nuovo strumento al proprio ambito di lavoro con un’aumentata visione ed efficacia.

Agli allievi sarà fornito un ricco materiale didattico costituito da dettagliate dispense teorico-pratiche e da supporti video.

Tali ausili sono di aiuto a coltivare la pratica personale che è alla base di un’efficace interiorizzazione, per favorire lo studio e la comprensione di questa arte di salute.

L’attestato di Operatore QiGong in Medicina Cinese di ScuolaTao è riconosciuto da FISTQ, federazione nazionale scuole Tuina e QiGong. Programma e monte ore (triennio di oltre 400 ore) permettono di poter aderire ad OTTO, associazione di operatori, una volta terminato il percorso.

Marco Mazzarri e Marco Riccò

ISCRIVITI AL CORSO DI QIGONG