2021: anno del Bue di Metallo Yin

2021: anno del Bue di Metallo Yin

Il 12 febbraio 2021 il Topo di Metallo Yang lascerà definitivamente il posto al nuovo anno caratterizzato dal Bue di Metallo Yin. Con la sua potente acqua, unita all’energia “tagliente” del Metallo, il Topo del 2020 ha fatto una profonda pulizia, spazzando via numerose credenze e abitudini e aprendo un nuovo ciclo di 12 anni essendo il primo animale dello zodiaco cinese. Il Metallo continua ad accompagnarci nell’aspetto Yin anche in questo 2021, insieme al Bue. Ciò significa che continuerà a spingere sui valori della giustizia e della “nobiltà” d’intento, imponendo il rispetto delle regole, invitandoci a stabilire ciò che è buono e ciò che non lo è, ciò che va conservato o accolto e ciò che va rigettato o eliminato: farà quindi pulizia e chiarezza, sostenendo il rinnovamento e le scelte di campo.
Ma vediamo come questa energia si combina con quella del Bue: famoso per la sua diligenza, costanza e onestà, il Bue è l’ultimo animale dell’inverno, con i piedi ben piantati nella terra ancora gelata, è però determinato e coraggioso: va verso il nuovo, con lentezza, ma senza arretrare. In un anno Bue non c’è spazio per l’improvvisazione: volenteroso, laborioso, rigoroso e paziente, il Bue ci invita a valutare attentamente le nostre azioni.

Caratteristiche dell’anno

L’anno del Bue di Metallo è un anno sotto il segno del lavoro e della disciplina, poiché questo animale è a tratti autoritario e rigoroso e non si dà mai per vinto. Per questo potrebbe rivelarsi un anno “stancante”: spingerà all’impegno e al lavoro e potrebbe rivelarsi frustrante se si attendono risultati immediati: durante questo anno sono infatti più favoriti gli obiettivi a lungo termine.
Sotto l’egida di un animale ligio alle regole e per certi versi “rigido” come il Bue di Metallo dovremo quindi anche prestare attenzione al denaro: non è l’anno per investimenti avventati, anzi; si dovrà cercare di proteggere i propri risparmi preferendo una gestione stabile e regolare.
Quest’anno ci invita prima di tutto a smistare, riordinare, ripulire ogni ambito della nostra vita, con l’obiettivo di sradicare ciò che non è più rilevante per andare direttamente all’essenziale e lottare per i nostri ideali personali. Il Bue di Metallo conosce la sua strada, questo è il “mood” di quest’anno: diretto e dritto al punto. La priorità è quindi decidere in modo chiaro i propri obiettivi e pianificare accuratamente e senza fretta ogni dettaglio per raggiungerli, sapendo che ci vorrà del tempo ma che seminando bene e prendendoci cura della semina, avremo un buon raccolto.

Aspetti collettivi

Sul piano collettivo e sociale le tre parole chiave per questo 2021 saranno:
Giustizia – Salute – Territorio.
Gli aspetti fondamentali su cui fare affidamento quest’anno sarà tutto ciò che funge da ancora alla nostra vita: dai meno tangibili valori di riferimento personali, alla cura del corpo (a partire dal cibo) fino alle proprietà immobiliari e terrene. In questo senso riprenderà forza anche il rispetto delle tradizioni e dei valori ad esse associati e saranno favoriti i progetti a lungo termine in ambito familiare come matrimoni e nascite.

Aspetti individuali

Sul piano individuale le parole chiave saranno invece:
Protezione – Ponderatezza – Pazienza – Pace interiore.
La priorità dovrà essere la propria salute fisica, psichica ed emotiva: sarà quindi importante dedicarsi alla cura del corpo con una sana dieta, un’attività fisica regolare e con pratiche di sostegno dell’equilibrio interiore. Andiamo piano, accettiamo il ritmo lento senza volerlo accelerare e impegniamoci per i nostri obiettivi, grandi o piccoli che siano. Dobbiamo accettare di vivere su nuove basi, senza volere un ritorno al passato, che non è più possibile: il Bue, infatti, con il suo passo lento ma inesorabile, risponde fiducioso alla Vita che chiama, e ci insegna ad andare avanti, nonostante tutto, verso un Nuovo pieno di possibilità.

Se il Bazi ti interessa, puoi vedere il corso di ScuolaTao dedicato all’argomento “Bazi e la carta dei quattro pilastri”

Il Bazi è inoltre uno degli strumenti del corso biennale “Lo Shen: viaggio nel mondo dell’interiorità

Autore: Valentina Cesari – ScuolaTao